Domande e risposte più frequenti dei pazienti che devono sottoporsi ad intervento di TULEP, Prostatectomia Laser

A A A


indicazioni del Lasera al Tullio, decorso post operatorio del paziente sottoposto a disostruzione prostatica con Laser Tulio, raccomandazioni nel post intervento, I pazienti con problematiche cardiologiche e/o che assumono farmaci anticoagluanti possono essere operati di TULEP?

Prostatectomia Laser
Domande e risposte più frequenti dei pazienti che devono sottoporsi ad intervento di TULEP

Quali sono le indicazioni del Lasera al Tullio?
Tutti i pazienti portatori di ipertrofia prostatica sintomatica o complicata. Non ci sono limiti di volume.

Qual è il decorso post operatorio del paziente sottoposto a disostruzione prostatica con Laser Tulio ( TULEP)?
Il paziente ( già valutato dall’anestesista nei giorni precedenti) viene ricoverato il giorno stesso dell’intervento.
Dopo l’intervento viene applicato un catetere vescicale che viene rimosso la mattina del giorno dopo.
Il paziente quindi viene dimesso alcune ore dopo la rimozione del catetere una volta accertato che urini senza problemi.

Quali raccomandazioni deve avere il paziente sottoposto a TULEP nel post intervento?
Nessuna raccomandazione particolare. Il paziente può riprendere le proprie attività  il prima possibile.

I pazienti con problematiche cardiologiche e/o che assumono farmaci  anticoagluanti possono essere operati di TULEP?
Assolutamente si, i pazienti con cardiopatie importanti e che assumono farmaci anticoagulanti sono i pazienti che da linee guida europee devono essere operati con l’utilizzo del laser. La TULEP infatti riduce al minimo il sanguinamento intra e post operatorio e permette di NON sospendere i farmaci antiaggreganti che assumono comunemente i pazienti cardiopatici che sono portatori di stent coronarici non medicati.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]