Epidemiologia rene policistico, sindrome reni policistici, causa insufficienza renale

A A A


infezioni urinarie, ipertensione arteriosa, cisti renali, ematuria, poliuria, epidemiologia rene policistico, sindrome reni policistici, causa insufficienza renale

Patologie reni
Rene Policistico
Epidemiologia

La malattia autosomica dominante di rene policistico (ADPK) è una malattia sistemica ereditaria caratterizzata della presenza di multiple cisti nel rene ed in altri organi.
Colpisce 4-6 milioni di persone nel mondo. Le anomalie associate sono: cisti a carico del fegato, polmone, pancreas e milza.; aneurismi nel circolo di Willis, prolasso della valvola mitralica, fistole del colon.
Dolore al fianco, ematuria , poliuria , infezioni urinarie ed ipertensione fanno parte della sindrome di reni policistici.  I reni policistici sono la 4° causa di insufficienza renale allo stadio finale.
malattia autosomica rene policistico, sindrome rene policistico, causa insufficienza renale
Nella maggior parte dei casi la malattia policistica viene trattata in modo conservativo . Quando il trattamento conservativo fallisce è necessaria la nefrectomia del rene nativo. Negli ultime decade la nefrectomia nella malattia autosomica  dei reni policistici è diminuita drasticamente.

Le indicazioni alla nefrectomia in caso di reni policistici sono: infezioni urinarie ricorrenti , necessità di creare spazio per il trapianto renale, dolore al fianco cronico resistente agli analgesici, sviluppo di tumore renale, ipertensione arteriosa.
La nefrectomia aperta per rene policisitico è una procedura curativa ma può determinare una considerevole morbidità. Questo è dovuto all’aumentato rischio chirurgico di questi pazienti  che presentano una insufficienza renale all’ultimo stadio e che sono in trattamento dialitico. Il decorso post operatorio è spesso lungo e le percentuali di complicanze post operatorie sono alte.
malattia policistica, nefrectomia rene policistico, ipertensione arteriosa, insufficienza renale
La laparoscopia è una procedura utilizzata per diverse patologie renali con i noti vantaggi in termini di ridotta morbidità perioperatoria, ridotta degenza ospedaliera e migliore cosmesi.

Dunn e colleghi hanno pubblicato la prima serie di nefrectomie laparoscopiche in pazienti con ADPKD e concludevano che la nefrectomia per via laparoscopia è una alternativa efficace rispetto alla procedura per via chirurgica aperta con i vantaggi di minimizzare le perdite ematiche intraoperatorie  e la degenza ospedaliera e di permettere una rapida convalescenza.

La nefrectomia laparoscopica retro peritoneale così come quella trans peritoneale rimane comunque una metodica difficile per l’enorme dimensione del rene che può raggiungere dei diametri di 25 cm di lunghezza e con peso fino a 10 kg. Inoltre la presenza di aderenze infiammatorie tra le cisti e gli organi adiacenti possono complicare ulteriormente la procedura.
nefrectomia laparoscopica rene, laparoscopia reni


Tc addome pre operatoria
Tc addome pre operatoria
Disposizione trocars
Disposizione trocars
Confronto incisioni
Confronto incisioni


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]